Kover Italia


Vai ai contenuti

Microrganismi

Service > Documentazione tecnica

Microrganismo è il nome generico di tutti gli organismi, di qualunque gruppo sistematico, che non siano visibili a occhio nudo. I microrganismi comprendono i batteri, le muffe, i protozoi, i fermenti ed i virus e rappresentano la forma di vita più semplice.
BATTERI
I batteri, date le loro dimensioni microscopiche e le ridotte esigenze alimentari e ambientali, sono gli esseri viventi più diffusi. Sono presenti dovunque: nel terreno, nell'acqua e nell'aria. Hanno una morfologia molto poco differenziata, e una forma principalmente sferica o bastoncellare.
In virtù delle piccole dimensioni, i batteri presentano un elevato rapporto superficie/volume, che consente un ricambio ed un metabolismo veloci e quindi una crescita rapida.Si presentano in quattro forme principali: rotondeggianti o cocchi, cilindrici bacilli, ricurvi o spirali vibrioni o spirilli, filamentosi o attinomiceti.
La cellula batterica è caratterizzata da un rivestimento (parete batterica) che ricopre la membrana plasmatica; questo rivestimento, costituito da più strati, ha la funzione di mantenere la forma e la rigidità della cellula. All'esterno della parete si trova spesso una leggera capsula composta da polisaccaridi secreti dalla cellula stessa.
I batteri sono sprovvisti di un nucleo vero e proprio dotato di una membrana che lo separi dal citoplasma, e mancano anche di cromosomi morfologicamente identificabili; per cromosoma batterico si intende infatti un'unica molecola di DNA che contiene tutta l'informazione genetica essenziale per una determinata specie.
Alcuni batteri, possiedono particolari involucri (spore) che presentano una formidabile resistenza all'invecchiamento ed a tutti gli agenti di distruzione. In particolari situazioni, come l'alta temperatura o l'estrema aridità dell'ambiente, non perdono la loro capacità di moltiplicarsi. Le spore germogliano quando le condizioni ambientali si fanno favorevoli.
FUNGHI
I funghi rispetto alle altre forme viventi presentano una struttura più differenziata, hanno un nucleo cellulare e quindi appartengono alla famiglia degli Eucarioti. Indipendentemente dalla loro classificazione tassonomica, tutti i funghi il cui micelio è spesso visibile sugli alimenti, vengono definiti muffe. Si indicano genericamente molti funghi microscopici dei generi Aspergillus, Mucor, Pennicillium.
Queste vivono come saprofiti su sostanze organiche diverse, formandovi con i loro corpi fruttiferi un'efflorescenza polverosa (micelio), spesso presentante colorazioni verdi, azzurre, marroni o nere che caratterizzano gli alimenti ammuffiti.
Le muffe sono aerobi, e richiedono un ambiente ricco di ossigeno per crescere, di conseguenza si sviluppano preferibilmente sulla superficie dei substrati contaminati.
La concentrazione minima di ossigeno necessaria per lo sviluppo delle muffe può però variare notevolmente. In condizioni di anaerobiosi alcune specie, quali ad es.
Mucor, possono fermentare; il loro sviluppo però si arresta in queste condizioni, già dopo breve tempo. Le muffe rispetto ai batteri, sopravvivono meglio a condizioni ambientali estreme. Resistono a diminuzioni del pH e del contenuto d'acqua o alle basse temperature, mostrando inibizioni dello sviluppo meno drastiche della maggior parte dei batteri.
VIRUS
I virus formano un gruppo di parassiti intracellulari obbligati. Hanno una organizzazione biologica caratterizzata da un livello sub-cellulare di strutturazione in quanto sono costituiti essenzialmente da materiale generico formato da acido nucleico (DNA o RNA) racchiuso in un contenitore di natura proteica (capside) avente la funzione di proteggere il genoma virale.
I virus non posseggono sistemi deputati alla produzione di energia e di capacità biosintetiche autonome e sono quindi in grado di esprimere il loro potere patogeno solo quando il loro genoma, introdotto in una cellula, si integra e si completa a spese della cellula ospite.
I virus sono stati identificati come agenti responsabili di alcune malattie dell'uomo, degli animali, delle piante e dei batteri stessi (batteriofagismo).
ALLERGENI
Le attenzioni che si riservano a ciò che si beve e si mangia devono essere riservate anche all’aria dei nostri ambienti. La polvere contiene virus, batteri, inquinanti chimici, acari.
Tutti gli allergeni responsabili delle sindromi respiratorie sono di piccolissime dimensioni, dell’ordine di micron, e pertanto restano sospesi per lungo tempo nel pulviscolo invisibile degli ambienti dove abitualmente stazioniamo. Starnuti, naso chiuso, occhi arrossati, lacrimazione, respirazione difficile, mal di testa sono le manifestazioni tipiche di una forma allergica, sia da pollini sia da polvere.
La dimostrazione che le feci degli acari sono ricche di allergeni, ha spostato l’attenzione dei ricercatori dagli acari ai loro escrementi, e ha posto il problema di determinare il potere allergizzante dei microambienti. Infatti sia gli acari che i loro detriti difficilmente sono presenti in sospensione nell’aria, mentre alcune particelle fecali vi si trovano in abbondanza. Durante la normale respirazione queste piccole pareticelle presenti nell’aria vengono inalate e raggiungono in profondità bronchi e polmoni.
Esiste una correlazione tra il livello di allergeni inalati e l’incidenza delle manifestazioni allergiche.
E’ fondamentale effettuare un’azione preventiva con UV STERIL AIR SYSTEM.



Torna ai contenuti | Torna al menu