KOVER - UV STERIL DUCT CI - http://www.koveritalia.com/

Vai ai contenuti
UV STERIL DUCT CI
I dispositivi UV STERIL DUCT studiati per la disinfezione dell’aria negli impianti di climatizzazione possono essere utilizzati :
negli ospedali, negli studi dentistici,negli ambulatori medici, negli ambulatori veterinari, nei laboratori di analisi, nelle industrie farmaceutiche, nelle industrie alimentari, negli allevamenti, nei locali adibiti alla produzione di cibi e bevande, nelle abitazioni, negli uffici, nelle scuole.

UV STERIL DUCT

  • viene applicato ai condotti di ventilazione degli impianti di climatizzazione dell’aria.
  • è corredato di particolari lampade ultraviolette ad azione germicida che vengono inserite all’interno del condotto di areazione.
  • è munito di filtri meccanici che impediscono la formazione di polvere sulle lampade.
  • I livelli concentrati di energia ultravioletta germicida irradiata (UVGI) all’interno della condotta d’aria consentono di effettuare una sterilizzazione continua e costante dell’aria.
  • è corredato di un particolare contaore elettronico che consente di monitorare la vita effettiva delle speciali lampade germicida.
  • è dotato di un generatore elettronico “vento ionico germicida” che arricchisce l’aria di ioni negativi (benefici per la nostra salute).

LA IONIZZAZIONE DELL’ARIA NELL’IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE
Dove è presente un impianto canalizzato di trattamento dell’aria, gli inconvenienti correlati alla ionizzazione dell’aria sono, nella maggior parte dei casi, eidenziati dai caratteristici depositi nerastri in corrispondenza delle bocchette di mandata.
Lungo le condotte, l’aria viene caricata positivamente per effetto dello sfregamento sulle pareti, si ionizza positivamente provocando la cessione della carica alle particelle in sospensione e la loro precipitazione. In questo modo vengono elettrizzate le particelle in sospensione che si depositano in prossimità delle bocchette e vengono diffusi ioni positivi in eccesso nell’ambiente.
Per ovviare a questi inconvenienti, le condotte devono essere collegate a terra, l’aria deve essere filtrata efficacemente ed arricchita di ioni negativi prima dell’immissione nel locale.
<
 
>
L’intervento più corretto e razionale consiste nell’installazione di filtri adeguati per bloccare il particolato, correggendo inoltre l’equilibrio ionico alterato con emettitori elettronici di ioni negativi.
UV STERIL DUCT dispone di una sorgente ionica negativa in grado di neutralizzare la diffusione di cariche positive nelle canalizzazioni dell’aria.
Le sorgenti di inquinamento interno che rilasciano inquinanti nell’aria costituiscono la causa primaria dei problemi relativi alla qualità dell’aria indoor. Le principali fonti sono l’uomo e le sue attività, i materiali da costruzione e i sistemi di trattamento dell’aria.
Il mal funzionamento del sistema di ventilazione o un’errata collocazione delle prese d’aria in prossimità di aree ad elevato inquinamento, possono determinare un’importante penetrazione dall’esterno di inquinanti. I sistemi di condizionamento dell’aria possono, inoltre, diventare terreno di coltura per muffe ed altri contaminanti biologici e diffondere tali agenti in tutto l’edificio.
Altre possibili sorgenti di microrganismi sono gli umidificatori ed i condizionatori dell’aria, dove la presenza di elevata umidità e l’inadeguata manutenzione facilitano l’insediamento e la moltiplicazione dei microrganismi che poi vengono diffusi negli ambienti dall’impianto di distribuzione dell’aria.
In particolare, diversi studi hanno evidenziato che gli umidificatori di impianti centralizzati sono idonei terreni di coltura per batteri termofili/termoresistenti e serbatoi di endotossine batteriche.
Negli umidificatori domestici è stata riscontrata anche la presenza di funghi mesofili. Altri siti che possono costituire serbatoi di contaminanti biologici sono le torri di raffreddamento degli impianti di condizionamento e le superfici interne dei condotti di ventilazione.
Studi sulle infezioni causate dalla contaminazione microbiologica dell’aria e dei sistemi di ventilazione e climatizzazione hanno evidenziato come la contaminazione microbica sia legata a scarsa o, talvolta assente idoneità delle condizioni igienicoedilizie dei locali, al sovraffollamento e alla scarsa manutenzione dei sistemi di climatizzazione.
L’inquinamento microbiologico all’interno degli ambienti chiusi può essere considerato una fonte di trasmissione di numerose malattie infettive a carattere epidemico:
  • influenza,
  • varicella,
  • morbillo,
  • polmoniti
  • pneumococciche,
  • legionellosi,
  • psittacosi-ornitosi,ecc.

Alcuni batteri, quali la Legionella Pneumophila ed
alcune specie di Pseudomonas e Acinetobacter, a causa della loro moltiplicazione e disseminazione nelle condotte degli impianti di condizionamento dell’aria, sono risultati responsabili sia di casi isolati che di episodi epidemici di polmonite ad esito anche letale.
Le patologie aventi un quadro clinico ben definito e per le quali può essere identificato uno specifico agente causale presente nell’ambiente vengono incluse nel gruppo delle cosiddette “Malattie associate agli edifici o Building-related lness (B.R.I.)”.
Qui sono comprese le patologie causate da specifici agenti biologici come polveri e batteri e nel complesso si tratta di effetti sulla salute a carico dell’apparato respiratorio come asma, febbre da umidificatori, alveolite allergica, legionellosi, ecc.
Queste patologie sono di grande rilevanza sociale sia per il grande numero di soggetti che viene coinvolto sia per le complicanze che possono sopraggiungere, rendendo più complesso il trattamento farmacologico con conseguenti ripercussioni sui costi.
Particolare attenzione va rivolta alle infezioni trasmesse nell’ambito ospedaliero, dove la diffusione di microrganismi patogeni attraverso le condutture degli impianti di climatizzazione potrebbe rivestire un ruolo importante nella trasmissione delle infezioni nosocomiali.
La possibilità di trasmissione di infezioni in comunità chiuse quali scuole, asili, carceri, caserme, uffici fa comprendere quanto importante sia condurre indagini rivolte a definire il rischio microbiologico per poter prevenire con interventi igienico-ambientali l’insorgere di epidemie.
La KOVER Srl nell’ambito delle proprie ricerche, volte ad individuare nuovi ed efficaci sistemi di prevenzione contro l’inquinamento microbiologico dell’aria ambiente, ha realizzato un’innovativa apparecchiatura destinata alla sterilizzazione dell’aria negli impianti di climatizzazione.
KOVER Srl
Strada Ronchetti 6/D
46027 San Benedetto Po (MN) Italy
Tel +39 0376 620562 - Fax +39 0376 296676
e-mail: info@koveritalia.com
Torna ai contenuti